LA CONTRADA SOLIDALE ROM,SINTA E GAGE’ DI VIA ERBOSA ORGANIZZA INCONTRO CON CANDIDATI-E DI CORAGGIOSA

Coraggiosa, ecologista, progressista, femminista: così vogliamo l’Emilia-Romagna, che ha già dimostrato di avere coraggio in altri momenti storici, e oggi deve ritrovarlo per affrontare nuove sfide epocali come l’emergenza climatica e la crescita delle diseguaglianze.

Riconosciamo e tuteliamo le differenze, contrastando le discriminazioni razziste, di genere e per orientamento sessuale. Sosteniamo la buona accoglienza diffusa e rispettosa dei diritti. Cultura e formazione sono prioritarie per costruire comunità inclusive.

LA CONTRADA SOLIDALE ROM,SINTA E GAGE’ DI VIA ERBOSA ORGANIZZA INCONTRO CON CANDIDATI-E DI CORAGGIOSA

SABATO 18 GENNAIO 2020                                          

DALLE 16 ALLE 19

IN ZONA ORTIVA – VIA ERBOSA 17 -BOLOGNINA(per arrivare imboccare via F.lli Cervi una traversa di Arcoveggio,arrivati in fondo si va a dx in via Erbosa, e passato il cavalcavia ferroviario dopo aver costeggiato il campo sosta della comunità urbana Rom-SINTA ci troverete e sarete accolti nella casetta degli orti).

“QUALE FUTURO SOCIO-CULTURALE ED ECONOMICO-SOCIALE PER LE NUOVE COMUNITA’ URBANE ROM E SINTE NELLA NOSTRA REGIONE EMILIA-ROMAGNA”

Presenta l’iniziativa Pino de March della Libera Comune Università Pluriveristà Bolognina

Relazionano per Emilia-Romagna Coraggiosa i candidati-e:

Donatella Ascari, segretaria e attivista dell’associazione Thèm Romanó Onlus di Reggio Emilia, impegnata a promuovere la cultura romanì e a combattere il razzismo e la discriminazione verso questo popolo“.

JORA MATO, nata a Tirana (Albania) e vive a Bologna da oltre venti anni, ha tre figli. Si occupa di mediazione interculturale in ambito sociale e sanitario. Nel 1998, la sua prima esperienza nell’accoglienza dei profughi kosovari arrivati a Bologna: da allora segue diversi progetti lavorando sull’antidiscriminazione e la garanzia dei diritti. L’anno successivo, insieme a un gruppo di donne straniere, fonda l’associazione AMISS di cui è presidente, che si occupa di mediazione, animazione sociale, progettazione, diritti e antidiscriminazione. Dal 2010 con AMISS, insieme a Piazza Grande e le Cucine Popolari organizza l’evento cittadino “Indovina chi viene a pranzo”. Negli anni lavora per diverse associazioni e cooperative locali come Senlima Soc. Coop. di cui è stata presidente dal 2010 al 2016, e Trama di Terre, di cui è stata responsabile del coordinamento area accoglienza e membro del consiglio direttivo dal 2014 al giugno 2016.“

Sergio Caserta. È stato dirigente d’impresa e di associazioni di categoria, nella Lega delle cooperative nei settori distribuzione, finanza, editoria. Da sempre impegnato nel mondo dell’ambientalismo e dei movimenti in difesa della pace e dei diritti sociali e attivo nella comunicazione politica, ha una lunga storia politica. È stato consigliere provinciale a Bologna. Proveniente dal PCI, non ha aderito al PD e sostiene la difficile causa di una sinistra unita e unitaria.

INTERLOQUISCE: TOMAS FULLI, PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE -MIRS:MEDIATORI INTERCULTURALI ROM E SINTI

PROMUOVE L’INIZIATIVE COMUNIMAPPE-LIBERA COMUNE UNIVERSITA’ PLURIVERSITA’ BOLOGNINA

ADERISCE MIRS -MEDIATORI INTERCULTURALI ROM E SINTI E I DSC(1,3) DIEM 25-BOLOGNA           

PER CONTATTI:COMUNIMAPPE@GMAIL.COM

PER INFORMAZIONI:

 www.comunimappe.org

www.coraggiosa.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.